I testi sono sempre approntati in base a uno studio approfondito delle fonti, che spaziano da quelle bibliche alla tradizione apocrifa e al serbatoio agiografico e leggendario.
Fondante è il dialogo con il
repertorio musicale – sia strumentale sia vocale – del Medioevo e con composizioni originali di autori contemporanei; sono coinvolti ambiti sonori diversi, che vanno dal serbatoio etnico nordeuropeo all’improvvisazione e alla musica d’ambiente. Gli strumenti sono quelli tradizionali (flauti diritti, percussioni, arpa celtica, organo eccetera), ma utilizzati in completa libertà di accostamenti, reinvenzioni ed esecuzioni filologicamente aggiornate.
Accomunano i vari repertori il motivo della danza, l’incastonare le parole nella musica e, reciprocamente, l’ambientare le melodie nei testi.
Testi e musica, così, cercano insieme nuove affinità espressive fra antico e moderno, fra conoscenza ed emozione.

La formula artistica segue il
tropare medievale nel senso arcaico di «inventare», dunque con una formula recitativa in parte libera (a canovaccio) e interventi musicali a improvvisazioni d’assieme (su melodie antiche) ed effetti sonoro-narrativi.
Simile struttura dà vita anche a spettacoli con testi di altra provenienza, quali leggende e poesie, e sperimentazioni diverse.

Credendo nel valore del tracciato storico ricostruito da ogni spettacolo – vite di santi, temi biblici o altro – e dunque del testo stesso,
PerIncantamento accompagna ogni evento con una pubblicazione (libretto di sala) appositamente preparata e distribuita al pubblico, che contiene i testi e le note storico-artistiche dello spettacolo proposto. In questo modo gli spettatori vengono coinvolti anche in un successivo momento di lettura e approfondimento personale.

In questi anni sono stati organizzati numerosi e accreditati spettacoli, quasi sempre su apposita
commissione (è questo un tratto caratteristico dell’ensemble, del tutto particolare nel panorama musicale attuale) e che hanno dato vita anche a pubblicazioni specialistiche.

PerIncantamento è attivo in contesti diversi, dai festival internazionali alle rievocazioni storiche, dalle cattedrali alle più piccole chiese locali.

direttore artistico: Adelaide Ricci
© copyright - all right reserved

home

contatti

files